dove e come mangiare vegan a vienna

Ecco un altro articolo della serie “viaggia e mangia vegan” 🙂 Questa volta andiamo a Vienna, capitale dell’Austria, nonché città europea dallo stile imperiale per eccellenza. Con mio grande piacere ho trovato una città che non solo mi ha riportata ai film della principessa Sissi, ma mi ha fatto respirare l’aria di una metropoli moderna in senso di ecosostenibilità e stile di vita sano.

Per questo motivo raccontare Vienna solo dal punto di vista del cibo vegan sarebbe limitato. Così ho deciso di aggiungere, alla fine dell’articolo, una nota su come Vienna sia anche una capitale decisamente ecosostenibile. Iniziamo!

Cosa e come mangiare vegan a Vienna

Inizio dicendo che la tipica cucina austriaca non lascia spazio a qualcosa neanche di vagamente vegetariano, figuriamoci vegano. I piatti tradizionali hanno sempre la carne come componente principale. E questo è  in linea con la storia e le tradizioni alimentari dei Paesi dell’Europa centrale. Il voler preservare le proprie  tradizioni e la fierezza del passato imperiale sono due caratteristiche viennesi che si respirano appena usciti dall’aeroporto. Architettura, struttura della città, negozi, case e persino le persone sembrano tutti usciti da una macchina del tempo, in senso buono naturalmente! Eppure l’aspetto che ha dato ancora più fascino a questa città, che di per sé ha fascino da vendere, è l’intelligenza e la classe con cui ha iniziato a combinare gli aspetti storici, tradizionali e originari di un impero lunghissimo, e l’apertura verso la modernità e il futuro. Sto parlando di offerta vegan e dell’opportunità di vivere una vita quotidiana il più sostenibile possibile. Colazione, pranzo e cena vegan a Vienna, non sono tra le cose di cui preoccuparsi se volete organizzare il viaggio.

Ristoranti e piatti vegan a Vienna

Oltre ai numerosi ristoranti e localini vegani, le opzioni vegan sono disponibili in moltissimi menu. E se così non fosse, basta chiedere al cameriere se è possibile avere la variante vegana di un piatto e il ristorante si preoccuperà di farvi avere una soluzione vegan. Bello no? 🙂

Per la colazione noi ci siamo attrezzati in casa. Siamo andati a fare la spesa al BILLA e quando sono entrata ho avuto lo stesso effetto che ho avuto dal WHOLEFOOD a New York!

Per sapere di cosa parlo, leggi l’articolo su New York. 

Per la colazione ho comprato latte di mandarle, mirtilli e delle confezioni monouso di muesli con frutta e cioccolato (in realtà con una confezione ci si mangia tranquillamente in due).

colazione vegana a vienna

 

Ecco invece alcuni dei posti dove abbiamo mangiato per pranzo e cena:

1. Duzin Kitchen: un piccolo ristorante arabo in pieno centro. Potete ordinare falafel, hummus di vario genere e tantissimi altri piatti arabi. Io ho preso una box, che è molto conveniente, con falafel, patate piccanti, hummus di ceci, pane arabo e insalata aromatizzata alla menta. Una delizia!

ristorante arabo vienna

2. Pranzo a Naschmarkt, il mercato all’aperto della città dove si può sia fare la spesa sia fermarsi a mangiare in uno dei tanti ristoranti o chioschi che si trovano all’interno del mercato. Non so per quale motivo, ma a quanto pare a Vienna spopola il sushi e per questo ci sono dei ristoranti di sushi molto buoni (difficilissimo, anzi impossibile trovare la formula all you can eat). Ovviamente io ho ordinato quello vegan, con pezzi a base di avocado o cetriolo.

mangiare sushi vegan a vienna

 

3. Ristorante italiano San Carlo. Premetto che non amo mangiare italiano all’estero per una serie di motivi, ma questo ristorante merita davvero almeno una tappa! Il menu non solo propone piatti deliziosi, ma gli ingredienti sono freschissimi e anche se il piatto è elaborato rimane comunque leggero (un mistero). Qui sotto potete vedere una deliziosa pasta con funghi e asparagi. Prima avevo preso come antipasto un’insalata di avocado, ma era così invitante che l’ho mangiata subito e non l’ho fotografata :p

ristorante italiano a vienna

4. Ristorante Veggiez. L’ultimo giorno siamo andati a pranzo in un ristorante vegano che si trova proprio dietro allo Staatsoper. Inutile dire che c’era l’imbarazzo della scelta. Il locale propone sia colazioni sia pranzi, infusi e centrifugati. Noi abbiamo optato per la combo wraps e patatine con salsa guacamole. Unica pecca: un sacco di cipolla! Per il resto cibo buono e fresco, prezzi onesti e locali molto carino e in super centro.

dove mangiare vegano a vienna

 

Vienna città ecosostenibile

A Vienna parlare di raccolta differenziata efficiente è quasi roba vecchia. La città ora si sta concentrando sulla riduzione drastica delle plastica e gli spostamenti green. Al supermercato per esempio sei incentivato ad utilizzare sacchetti di carta (io quelli di plastica neanche li ho visti), i locali spesso hanno dei cartelli appesi con scritto che utilizzano materiali completamente biodegradabili o plasticfree. Non a caso Vienna è una delle sei città dove si vedono i manifesti della True Fruits, azienda che produce succhi e smoothie, famosa per le sue campagne pubblicitarie aggressive. In centro si vedono infatti delle affissioni giganti, che in maniera esplicita ed ironica attaccano altri brand famosi nel settore delle bevande che usano la plastica. Lo slogan recita “Di sì alla plastica. Il vetro si rompe. La plastica resiste in mare per sempre”.

campagna palstic free

Vienna sta investendo molto anche nel trasporto pubblico elettrico e nei veicoli elettrici che si occupano di raccogliere la spazzatura. La città è anche dotata di un sistema per gli spostamenti con i monopattini elettrici. Esistono due o tre aziende – startup per lo più – che mettono a disposizione monopattini elettrici in giro per la città. Il servizio funziona in modo molto semplice: scarichi l’app dell’azienda che preferisci, con il telefono ricarichi la tua app e attraverso un codice sblocchi il monopattino. Il monopattino si paga a minuti, che vengono scalati dal credito che hai caricato sulla tua app. I monopattini elettrici possono muoversi sulle piste ciclabili e nell’app trovi anche le zone su cui invece non puoi andare. Quando sei arrivato a destinazione, lascia il monopattino in un’area sicura, fai una foto di dove hai lasciato il monopattino, la carichi sull’app e clicchi su fine corsa. Noi li abbiamo trovati molto comodi e soprattutto divertenti! 🙂

Se l’articolo ti è stato utile e ti è piaciuto, non ti rimane che condividerlo! 🙂

Al prossimo viaggio!