kit yoga per sopravvivere al natale
LIFESTYLE

Lo yoga che ti salva sotto le feste di Natale: 5 trucchi per sopravvivere allo stress natalizio

Il Natale. Forse la festa dell’anno più attesa e allo stesso tempo la più temuta. Perché Natale significa vacanze, regali, buon cibo e calore familiare; ma anche corse tra i negozi, traffico, inviti a cene e pranzi canonici e diplomatici da fare invidia all’agenda di un capo di Stato. Significa passare ore e ore a tavola con parenti che magari non si vedono mai durante l’anno (e ci sarà un motivo) e bisogna rispondere a una serie di domande a raffica sulla vita personale che magari se “te lo volevo dire, te l’avevo già detto”.  E anche quando riusciamo ad organizzare le festività solo con chi vogliamo davvero, c’è da dire che in ogni caso si tratta di una festa stancante (a meno che tu non sia un bambino). E alla fine del 26 dicembre, anche se possiamo concludere con un “stanchi ma felici”, ritorniamo al lavoro più affaticati di quando lo abbiamo lasciato per andare in vacanza.

Ecco perché questo articolo e questo kit di sopravvivenza yoga.

Che tu sia tra quelli che a novembre mettono su la playlist di Natale e il maglione con le renne, o che per te il Natale sia da evitare come la peste, sono certa che alcune pratiche yoga ti saranno d’aiuto per superare alla grande alcune classiche situazioni natalizie. 

5 trucchi yogici per superare lo stress durante le feste di Natale

1. La combo mattutina: saluti al sole, meditazione e palo santo.

Dal 23 al 26 dicembre cerca di ritagliarti mezz’ora alla mattina per iniziare la giornata con una bella dose di serotonina in corpo. Quando in casa c’è ancora silenzio e puoi godere di questa calma, accendi una candela, dell’incenso o del palo santo per rilassare la mente con l’aromaterapia. Bevi una tazza di tè o una tisana calda per riscaldare il corpo, inizia con qualche respirazione yogica completa e poi pratica qualche saluto al sole. I movimenti devono essere dolci e lenti per dare tempo al corpo di svegliarsi ed evitare piccoli infortuni. Termina la pratica con 5 minuti di meditazione o in Savasana. La giornata inizierà carica di energia e positività.

2. Durante le feste con i parenti ricorri al Pranayama

Quando le conversazioni stanno diventando insostenibili e non ne puoi più, semplicemente respira. Metti in pratica il Pranayama per rilassare la mente e distrarti per un momento dalla situazione. Corpo e mente ossigenati saranno pronto per un secondo round.

3. Ritagliati una sessione alla sera di yin e yoga nidra

Al rientro dall’ultima festa o quando tutti saranno andati a via, non buttarti subito a letto. Scarica le energie e le tensioni accumulate con una bella sessione di yin yoga e/o yoga nidra. Non solo ti sentirai rigenerata, ma andrai a dormire perché sei rilassata e non perché sei distrutta. Puoi provare a seguire questa lezione di 30 minuti di yin yoga di Sarah Beth Yoga e/o una bella sessione da 10 minuti circa di yoga nidra guidato.

4. Alla scoperta dei benefici della lavanda

Se ancora non hai scoperto i tanti benefici dell’olio essenziale di lavanda, è arrivato il momento! La lavanda ha una serie di proprietà rilassanti che aiutano a conciliare il sonno. Diluisci qualche goccia di lavanda in uno spruzzino con un po’ d’acqua e spruzzalo sui cuscini quando rifai il letto. Non solo avrai lenzuola profumate, ma sarà come ricevere una coccola prima di addormentarsi.

5. L’ultimo miglio…facile come una passeggiata!

Siamo quasi arrivati alla fine dei tre giorni cruciali. Dopo che sarai andata a dormire rigenerata e rilassata, la mattina del 26 regalati una passeggiata all’aria aperta. Non importa che sia il giro del palazzo o una passeggiata nel parco. Bevi la tua tisana o il tuo tè caldo ed esci per respirare aria fresca e risvegliare il corpo. Al rientro il tuo corpo sarà caldo e la tua mente avrà lo sprint per praticare i tuoi saluti al sole. Concludi con una doccia o un bagno caldo, magari con qualche candela profumata. Ora sei pronta per lo sprint finale! 🙂

Se sei arrivata fino a qui vuol dire che sei sopravvissuta anche quest’anno alle vacanze di Natale! Ora che hai imparato e messo in pratica questi tecniche potrai riutilizzarle in ogni occasione e perché no, magari farle diventare un nuovo appuntamento con te stessa e il tuo benessere.

Namastè 😉

Previous Post Next Post

You Might Also Like