consigli per fare yoga
YOGA

5 consigli per praticare yoga tutti i giorni

Una delle domande più frequenti che mi fanno è: come si fa a praticare yoga tutti i giorni? Come faccio a rendere costante la mia pratica? Mi piacerebbe tantissimo praticare yoga più volte a settimana, ma non ho assolutamente tempo!

Ebbene, ecco la mia risposta!

Tutti conosciamo il detto “Volere è potere”, ma sappiamo anche benissimo che il vero ostacolo è proprio la forza di volontà che mette in moto tutto il processo. La buona notizia è che gran parte delle volte possiamo stimolare la nostra volontà semplicemente applicando qualche trucchetto di “buona organizzazione”.

Diciamo la verità, praticare yoga tutti i giorni per la stessa durata di tempo è dura se si lavora tutto il giorno e poi si hanno altre normali commissioni giornaliere da portare a termine. Uno degli errori più comune però è quello di pensare di dover praticare per un’ora o due ogni volta. Questo riduce sensibilmente la disponibilità di tempo che presupponiamo di avere da dedicare allo yoga. In realtà nessuno vieta di praticare anche mezz’ora al giorno, tutti i giorni e con costanza.

Possiamo dedicare tempi e modalità diverse alla nostra pratica yoga, in base alle varie necessità e a cosa vogliamo ottenere. Ad esempio praticare tutti i giorni mezz’ora alla mattina presto a casa per risvegliare il corpo e iniziare con energia la giornata, e poi inserire una o due sessioni a settimana di una lezione di yoga in studio più articolata e di maggior durata è già un ottimo programma!

Ecco quindi 5 trucchi per praticare yoga tutti i giorni

  1. Svegliarsi prima la mattina per trovare spazio per fare pratica

    Perché alla mattina? Perché alla mattina non ci sono scuse, non ci sono distrazioni o imprevisti al lavoro che tengano. Inizia mettendo la sveglia mezz’ora prima del solito, per abituare il tuo corpo e la tua mente. Bevi qualcosa di caldo per riscaldare il corpo ancora intorpidito, come dell’acqua calda con limone oppure un tè o una tisana energizzante. Le prime volte puoi introdurre una pratica di yoga dolce rivolta al risveglio corporeo e lasciare gli ultimi 5 minuti dedicati alla meditazione. Mano a mano che il tuo corpo si sarà abituato puoi provare ad alzarti ancora po’prima e inserire anche qualche saluto al sole. Più andrai avanti, più la tua pratica del mattino diventerà un appuntamento fisso con te stessa a cui non potrai più rinunciare! Se all’inizio salti qualche mattina, non ti scoraggiare. Vai avanti e riprovaci la mattina successiva. Il primo passo per riuscire è non mollare!

  2. Crea uno spazio a casa dedicato allo yoga

    Scegli una stanza in cui ti senti tranquilla e sai di essere indisturbata. Arredala con qualche dettaglio che possa creare l’atmosfera e l’energia giusta per la tua pratica di yoga e meditazione. Ad alcune persone basta posizionare il proprio tappetino, altre invece preferiscono creare un ambiente rilassato e più spirituale aggiungendo candele profumate, incenso, statue evocative, palo santo, cuscini di meditazione e così via. Per approfondire puoi leggere questo articolo.

  3. Segui un piano, organizza la tua pratica

    Non arrivare sul tappetino senza saper cosa fare. Ci sono molto modi per organizzare una pratica di yoga personale. Puoi sfruttare i video gratuiti online su youtube o scegliere tra diverse app yoga che ci sono sugli store. Inizia a seguire qualche insegnante online, sperimenta e crea una playlist organizzata dei video che ti piacciono di più. Così saprai subito quale lezione fare se vuoi dedicarti alle inversioni, a rinforzare il core o puntare su una pratica di rilassamento. Insomma non perderai tempo, se non quello per creare e aggiornare le tue playlist. Oltre ai video esistono anche numerosi libri di yoga che offrono sequenze già create in base a un preciso obiettivo e al livello dello studente. Uno dei libri più famosi è “Yoga. Le sequenze” di Mark Stephens. Un’altra alternativa è quella di costruirti da sola le tue sequenze di yoga personali. Una volta che hai acquisito una certa conoscenza e competenza sia sullo yoga sia sul tuo corpo, puoi creare le tue sequenze magari scrivendole in un quaderno oppure andando “a braccio” seguendo quello che ti comunica il tuo corpo.

    4.  Crea una scaletta delle priorità della giornata

    Saper organizzare significa anche saper scegliere le priorità. In realtà, come avevo già scritto in un precedente articolo “Combattere lo stresso con lo yoga, un bicchiere d’acqua e una tecnica di copywriting”, quando si parla di priorità si dovrebbe parlare al singolare. Purtroppo sappiamo tutti che oggi non è più così e proprio per questo dobbiamo imparare almeno a fare una scaletta che non preveda più di tre priorità al giorno. Scegli il tuo ordine di priorità della giornata, fatte quelle il resto del tempo potrai dedicarlo allo yoga senza scuse e senza pensieri 🙂

    5.  Trova un amico/amica o un gruppo che pratichi con te

    Si sa, l’unione fa la forza! E allora trovare un amico o un gruppo che condivide con te la passione per lo yoga ti aiuterà senza dubbio a non saltare quella lezione in studio, anche se è inverno e fuori piove! Potrete partecipare insieme a workshop, eventi e perché no praticare anche in casa insieme seguendo lo stesso video corso nel weekend abbinandoci subito dopo un pranzo o un brunch.

Prova a mettere in pratica questi 5 semplici consigli per fare yoga tutti i giorni. Naturalmente una volta che avrai iniziato potrai aggiungere i tuoi trucchetti personali. E ricordati di non scoraggiarti, l’importante è non trovare scuse e praticare anche poco ma con costanza per trarre il massimo beneficio da questo pratica millenaria. Non ti ho ancora convinto? Allora prova a leggere anche questo articolo: Perché praticare yoga: 14 benefici e 5 mila anni di motivi.

Previous Post

You Might Also Like