posizioni yoga per la primavera
YOGA

Yoga e primavera: le migliori posizioni per affrontare il cambio di stagione

Adoro questa citazione di Tesla. L’energia è al centro di tutto. Non a caso in questo periodo può capitare di sentirsi sempre in riserva energetica! Ma allo stesso tempo le giornate che si allungano ci fanno venir voglia di uscire di casa e fare mille cose. Quindi?!? Si chiama Primavera! 🙂

La primavera come ogni cambio di stagione ha un impatto molto importante sul nostro fisico ed energetico. Che ci piaccia o no, il nostro corpo e la nostra mente percepiscono che siamo in un momento di transizione e cambiamento: le temperature, la luce, l’aria e le nostre abitudini. Il corpo inizia a sentire il bisogno di reattività e di lasciarsi alle spalle il classico letargo invernale.

La primavera è il periodo del rinnovamento e della rinascita: non si dice forse “pulizia di primavera” per indicare la necessità di dare una rinfrescata a ciò che ci circonda? E  sempre in questo periodo la Pasqua, per il mondo cattolico, non è forse il simbolo di rinascita?

La primavera insomma è un momento un po’ magico, fatto di dinamismo, energia che si risveglia e voglia di novità. E’ anche vero però che il cambio di stagione non è mai facile. Spesso stanchezza e affaticamento vanno di pari passo con le prime settimana di primavera. Il consiglio più frequente è quello di alimentarsi in modo sano e assumere degli integratori energetici. Ma attenzione, attenzione! Anche lo Yoga può venirci in aiuto in questo periodo dell’anno per darci forza, energia ed equilibrio!

Le migliori posizioni yoga da praticare in primavera

  • Posizioni di radicamento a terra. Il che significa tutte le posizioni in piedi come Tadasana (posizione della montagna), Virabridasana (il guerriore) 1 e 2, Trikonosana (posizione del triangolo). Tutte le posizioni che richiedono un buon radicamento a terra permettono ai nostri piedi (cioè simbolicamente la nostra terra) di rinnovarsi e rafforzarsi.

trikonasana yoga

  • Posizioni di equilibrio. Quindi tute le posizioni su un piede solo come  la posizione dell’albero o Utkatasana con la variante su un piede solo. In questo modo le nostre basi si radicano bene a terra.                   “Come un albero, devi trovare le tue radici e poi puoi piegarti al vento.”
    yoga tree pose
  • Tutte le asana che prevedono delle torsioni. Le torsioni infatti aiutano a massaggiare e strizzare gli organi interni, favorendo la loro depurazione. Qualche esempio sono Parivrtta Parsvakonasana, la posizione dell’angolo allungato nella variante in rotazione, Parivrtta Utkatasana, la posizione della sedia nella variante in torsione. Unico accorgimento: si consiglia di effettuare sempre la torsione prima verso destra e poi verso sinistra per seguire la linea antomica del colon.

Parivrtta Parsvakonasana

  • E’ il momento di aprire il cuore: tutte le posizioni di aperture del petto. Queste asana oltre a portare benefici fisici, aiutano anche la mente ad aprirsi alle novità. Se poi soffrite di allergie ai pollini e avete difficoltà respiratorie posizioni come Bhujangasana, la posizione del cobra, o  Urdhva Dhanurasana la posizione del ponte, aiutano ad aprire i polmoni e quindi a respirare meglio.
posizione del ponte

Come scritto più di una volta, lo yoga non si limita alle posture ma è davvero molto di più, a cominciare dalla respirazione e dalla pulizia del corpo. Partendo da questo presupposto altri consigli “yogici” che possono darvi per affrontare al meglio la primavere sono: 

  • Effettuare la pulizia nasale, soprattutto se soffrite di riniti e allergie in questo periodo dell’anno. Per sapere di più sui lavaggi nasali leggete l’articola sulla jala neti.
  • Praticare l’ Ujjayi Pranayama e tecniche di respirazione energizzanti (come Simhasana
    la respirazione del leone) o rilassanti (come quella dell’ape)
  • La primavera è il momento giusto per introdurre nuovi abitudini salutaro per disintossicare e tonificare il corpo. Ad esempio la pulizia della lingua alla mattina per aiutare il corpo a liberarsi dalle tossine o incominciare la giornata con un giro di saluti al sole. Ecco qui qualche dritta.
  • Anche un periodo di dieta detox può essere utile! Liberarsi definitivamente dalle tossine, alleggerire il fegato e l’intestino. Mi raccomando però non fatelo seguendo diete improvvisate ma affidatevi a degli esperti, altrimenti potreste ritrovarvi più ko di prima!
  • Stare all’area aperta: ossigenate il corpo con delle belle passeggiate nel verde o vicino al mare e godetevi il primo sole caldo per fare il pieno di vitamina D.

 

Namastè! 🙂

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like