lavaggio nasale per liberare il naso chiuso
LIFESTYLE

Come liberare il naso chiuso grazie a una pratica yoga: ecco a voi Jala Neti e la Lota.

Naso chiuso, apparato respiratorio congestionato, sinusite e difficoltà a respirare. Sono tutte situazioni poco piacevoli e allo stesso tempo incredibilmente comuni.

Senza respirare non possiamo vivere.  A prima vista sembra un concetto scontato e invece non lo è. La maggior parte delle persone vive in piccole apnee o ha difficoltà respiratorie. Escludendo motivi legati a patologie, nella vita frenetica di tutti i giorni quasi tutti respiriamo a una capacità limitata e in modo rapido e affannoso. E’ un po’ come se avessimo un contenitore da riempire ad ogni ispirazione (i polmoni) e invece di riempirlo a pieno – anche se ne abbiamo la capacità – ne riempiamo solo metà e così tutto il giorno a un ritmo velocissimo.

Nello yoga la respirazione è fondamentale. Lo yoga è respirazione. Da quando mi sono avvicinata a questa disciplina durante il giorno sono più le volte che mi colgo in apnea che in quelle dove respiro a pieno e consapevolmente. E’ la vita quotidiana occidentale, lo so. Per questo il primo beneficio di quando sei sul tappetino yoga è proprio quello di riprendere il controllo del tuo respiro. Non è neanche un caso che una delle prime lezioni di yoga riguarda l’insegnamento della respirazione yogica completa.

Il respiro è al centro di tutta la pratica. E gli antichi maestri lo sapevano bene, per questo hanno ideato uno strumento per essere sicuri di avere i canali respiratori liberi e pronti per accogliere ed espellere aria. Durante la pratica di pranayama e ancora di più durante l’esecuzione delle asana, poter respirare liberamente è fondamentale. Ecco perché uno dei rituali di yoga prima di iniziare la pratica è Jala Neti, ovvero il lavaggio nasale attraverso uno strumento chiamato Neti Lota.

Il pranayama è il quarto degli otto stadi nel percorso dello yoga. Prana significa “energia, forza vitale, respiro”  e ayama significa “estensione”. Quindi pranayama può essere tradotto letteralmente come “espansione della forza vitale” o ”estensione del respiro”.

Il pranayama è un tema che merita di essere approfondito a parte e sicuramente non mancheranno presto degli articoli dedicati! 🙂

Ma torniamo a noi e al nostro naso chiuso. La Neti Lota è uno strumento che può davvero aiutarti a tenere pulito il naso e a liberarlo in caso di brutti raffreddori, soprattutto durante la stagione invernale quando è facile prendere un raffreddore per via del freddo o durante la primavera per via delle allergie.

Personalmente ho iniziato ad utilizzarlo perché soffrivo di sinusiti, raffreddori e forte congestioni nasali. Il lavaggio nasale con neti lota è stato un valido aiutante durante un passaggio importante per la mia salute fisica: il cambio di alimentazione e lo yoga con i suoi rituali respiratori mi hanno aiutato ad eliminare definitivamente i problemi respiratori che mi affliggevano in pratica da tutta la vita.

Adesso andiamo nel dettaglio e vediamo cos’è il Jala Neti, come si usa la Neti Lota per fare il lavaggio nasale, i suoi benefici e le dovute precauzioni.

Jala Neti: cos’è e perché libera il naso chiuso

Il jala neti è una pratica indiana antichissima e consiste appunto nel lavare il naso internamente con acqua e soluzione salina attraverso una lota, ovvero un recipiente con un beccuccio che contiene all’interno acqua tiepida e sale.  La lota permette di far passere l’acqua da una narice all’altra, sfruttando lo spazio che le collega all’interno, in modo da far entrare l’acqua da una narice e farla uscire dall’altra.

Per noi occidentali è sicuramente una pratica molto strana infilarci un’ampolla con un beccuccio nel naso per farci passare acqua e sale. In realtà non è poi tanto diverso da alcuni presidi medici che si trovano in farmacia e prescritti soprattutto ai bambini. Solo che la neti lota è stata inventata millenni prima in India e non è usata solo in caso di vero e proprio naso chiuso, ma come abitudine per prevenire l’ostruzione delle vie respiratorie. Un po’ come il lavaggio dei denti per prevenire carie, gengiviti e quant’altro 😉

 

Come si utilizza la Neti Lota per il lavaggio nasale

La Neti Lota va riempita con acqua tiepida e un cucchiaino di sale. Dopo aver mescolato l’acqua si introduce il beccuccio in una narice versando con calma l’acqua che poi dovrà uscire dall’altra narice. All’inizio non sarà semplice riuscirci e si deve prestare molta attenzione a non inghiottire l’acqua salata. Le prime volte non riuscivo a capire come l’acqua potesse uscire dall’altra narice senza che cadesse giù per lo gola. Dopo vari tentativi e copi di tosse ho capito il meccanismo, per cui fidatevi del vostro corpo! Dopo avere praticato il lavaggio di tutte e due le narici bisogna soffiarsi il naso delicatamente. Dopo jala neti si avverte subito una sensazione di pulizia e liberazione del naso!

Ecco qui un video che spiega passo passo come utilizzare la lota per il lavaggio nasale.

Neti Lota e lavaggio nasale: benefici e precauzioni

Fare jala neti è davvero un’ottima abitudine da introdurre, se non tutti i giorni per lo meno spesso. Io oggi faccio la pulizia nasale con la lota anche quando sento che le mie narici sono un po’ “sporche” per vie dello smog cittadino, quando devo praticare pranayama e ormai raramente quando ho raffreddore e naso congestionato. Fare jala neti apporta diversi benefici che cerco di riassumere cosi:

  • Rimuove sporcizie e batteri dalla cavità nasale
  • Previene e aiuta nel trattamento di allergie e sinusiti. Addirittura eliminando l’accumulo di allergeni alcune forme di allergie scompaiono o si riducono (l’ho sperimentato personalmente)
  • Allevia in generale tutte le infiammazione delle vie respiratorie
  • Previene il comune raffreddore
  • In generale migliora la respirazione attraverso il naso

Unica avvertenza per chi soffre di epistassi: prima di praticare jala neti chiedete il parere del medico.

 

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui fare la doccia nasale yogica tutti i giorni può portare enormi benefici. Vuoi provare il jala neti e dire addio al fastidioso naso chiuso? Nel dubbio provare non ha controindicazioni 🙂

Previous Post Next Post

You Might Also Like