mangiare vegano a monaco di baviera
LIFESTYLE

Mangiare Vegan a Monaco di Baviera. Una scoperta vegan friendly nella patria dei Wurstel.

Se dici cucina tedesca dici wurstel, crauti e burro. A sorpresa dei classici luoghi comuni invece chi è in procinto di andare in Germania sappia che da molti anni a questa parte è il primo Paese europeo vegan friendly e addirittura nel mondo occidentale. Berlino, in particolare è la città con più persone vegane d’occidente: qui si trova persino una via, la Schivelbeiner Strasse, dove sono presenti solo ristoranti e negozi che sostengono l’etica vegana.

La Germania è il primo mercato al mondo per quanto riguarda la produzione e il commercio di cibi e bevande vegan, con il 18% di tutti i nuovi prodotti alimentari con slogan e marchi vegan lanciati sul mercato solo nel 2016.  Qui si stanno sperimentando addirittura dei supermercati total vegan, tra i più famosi vi sono Velicious Veggie Shop (con i suoi oltre 1.800 prodotti biologici e a chilometro zero) e Veganzun intero supermercato dedicato solo all’alimentazione vegana.

 

Monaco: mercatini di natale e vegan street food!

Il mio soggiorno a Monaco è stato davvero piacevole, come ogni volta che vado in Germania d’altra parte. I mercatini, la neve, la città illuminata e l’atmosfera natalizia in tutti gli angoli e locali della città.

I classici mercati di natale in Marienplatz e vie annesse offrono una varietà di cibo per tutti i gusti e scelte alimentari. Se hai freddo ( e ce l’hai sicuramente) puoi fare tappa in una delle tante casette che offrono il tradizionale Gluhwein, ovvero il cugino del nostro vin brulé, vino caldo con scorza d’arancia, cannella e varie spezie a seconda della ricetta.

Se vuoi sgranocchiare qualcosa di caldo e salato, ti consiglio le frittelle di patate: anche dette Kartoffelpuffer. Le Kartoffelpuffer sono fatte di patate schiacciate con spezie varie (infatti hanno un retrogusto piccantino), fritte e servite in porzioni da tre. Da mangiare belle calde, sono gustose e sostanziose: io le adoravo e non c’era una volta che passando da Marienplatz non le prendessi 😛

Ho trovato meravigliosi anche i tanti negozietti dedicati a thé e infusi. Il mio preferito era la bottega di Schuhbecks nel centro di Monaco (vicino alla più conosciuta birreria HB), dove vendono tantissimi prodotti sfusi, accessori e dolcetti natalizi. Non comprare tutto è davvero dura! Alla fine ho scelto solo una mega busta di thè alla menta marocchino e uno thè speziato con arancia e mandarini essiccati. Deliziosi! Se volte potete acquistare direttamente sul sito.

Per quanto riguarda la colazione, noi eravamo in un mini appartamento con cucina per cui facevamo la colazione sempre in casa. Essendo il supermercato ricco di scelte vegan, avevamo a disposizione latte di soia Alpro, pane nero e confettura o la focaccia comprata alla mattina da Eataly. Se soggiornate in albergo con colazione inclusa non ci sarà alcun problema a richiedere una colazione vegan friendly (e con tutte le probabilità vi sarà già come scelta normale). In giro invece ci sono moltissimi bar e pasticcerie che fanno cappuccini con latte di soia.

Alla sera cenare fuori non è mai stato un problema. Tutti i ristoranti offrono alternative o menu interamente vegan friendly. Con grande piacere per il cuore e lo stomaco noterete un sacco di V verdi all’interno del menu. La Germania infatti è il primo Stato in cui è stata varata una legge specifica che riguarda il cibo vegan e i ristoratori: è stata decretata una definizione standard di ‘vegan’ per mettere in chiaro che l’alimentazione in questione non prevede alcun uso di prodotti animali durante tutte le fasi della produzione.

Infine, ecco qui un elenco di alcuni locali dove ho mangiato:

 

Spero che l’articolo sia stato utile, buon soggiorno veggie in Germania! 🙂

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like