LIFESTYLE, MANGIARE VEG

L’arte della schiscetta sana e veg: ovvero preparare il pranzo sano e veloce da portare al lavoro o all’università

Prima di tutto cos’è la schiscetta. La schischetta è un termine regionale utilizzato soprattutto nel nord Italia per indicare il pasto che ci si porta da casa, solitamente all’interno di tupperware per pranzare durante la pausa dal lavoro o all’università. Schischetta è insomma quella che gli americani chiamano in modo cool “Luchbox”.

Schiscetta deriva dal verbo schisciare, cioè schiacciare, perché per chiudere il portavivande si deve appunto premere il suo contenuto. Se una volta avere la schiscetta sul lavoro era sinonimo di appartenenza a un ceto sociale basso (perché si doveva risparmiare denaro)  oggi non è più così.

pausa pranzo sana

 

In moltissimi scelgono di portarsi il cibo da casa anche per una questione di alimentazione sana: ormai lo sanno tutti che mangiare panini imbottiti e intingoli di trattoria (seppur gustosi) tutti i giorni di certo non fa bene alla salute.  C’è poi tutta una categoria di persone che per motivi di salute o per scelte alimentari non hanno a disposizione tanta offerta da parte dei ristoratori, come i celiaci o chi ha scelto una dieta vegana per esempio.

Fatto sta che prendendo come campione anche solo il mio ufficio (circa una ventina di persone), quasi tutti si portano con orgoglio la loro schiscetta da casa, che diventa poi anche oggetto di conversazione, di scambi di ricette…e addirittura di schiscette! 🙂

La schiscetta veg: come preparare un pranzo sano e veloce

Per sdoganare del tutto l’arte della schiscetta in pausa pranzo c’è un mito da sfatare: il tempo. Preparare il pranzo per il giorno prima richiede tempo extra, alla sera nella maggior parte dei casi quando si è già stanchi e non si vuole “perdere tempo” ai fornelli.

Ebbene, non è così. Con un po’di conoscenza e organizzazione la preparazione della schiscetta in modo semplice e veloce non solo è possibile ma ti permette di ottenere tanti benefici. Eccone alcuni:

  1. Mangiare sano in pausa pranzo e tutto quello che ne consegue
  2. Se sei a dieta, puoi mangiare comunque piatti gustosi ma light
  3. Scoprire nuove ricette e sperimentare nuovi ingredienti
  4. E perché no, anche un risparmio economico!

Come preparare la schiscetta vegana in poco tempo

Quando scelgo cosa preparare per pranzo, tengo conto del tipo di giornata che mi aspetta: andrò alla classe di yoga in studio? O ho in programma un aperitivo post ufficio? Mi devo alzare prima del solito? O sarà una giornata particolarmente sedentaria? In questa modo posso più o meno sapere se mi serve un pranzo più energetico o più leggero. In ogni caso cerco di creare un mix di alimenti che rendono il pasto composto da tutti i nutrienti, con una porzione più consistente di carboidrati o proteine in base al fabbisogno energetico, oltre che alle voglie del momento. Soddisfare le proprie voglie infatti per me rimane fondamentale e non è più un pensiero/senso di colpa quando queste vengono educate a un’alimentazione sana. Insomma, un’ottima via per liberarsi della storia delle calorie! Grazie al mio stile alimentare non ho più bisogno di preoccuparmi del sistema di calorie. E aggiungo grazie al cielo.

E ora veniamo al sodo. Qui trovi il primo esempio di una delle mie schiscette della settimana da cui puoi prendere spunto!

La schiscetta fast and veg della settimana

Cosa c’è nel lunchbox

  1. Minestrone di verdure e patate con semi oleosi
  2. Naggets vegetali a marchio Conad
  3. Uno yogurt vegetale ai mirtilli e due mandarini

Tempo totale impiegato: 30 min

Preparazione:

Il minestrone è quello surgelato: quindi mi è bastato mettere a bollire la verdure. Dopo ho aggiunto un cucchiaio di miso  (lo uso spesso al posto del dado), sale, pepe e origano. Ho frullato il tutto con il minipimer , l’ho versato nel contenitore e aggiunto semi di sesamo bianco e semi di girasole. Chiaramente il minestrone si può fare anche con delle verdure fresche, magari mettendo insieme porzioni di verdure che altrimenti andrebbero a male.

minestrone in tupperware

 

I naggets di verdure fanno parte di una nuova linea di Conad dedicata al mondo vegetale che sto provando. I naggets sono fatti di tofu e vedere.

nuggets di verdure conad

Li ho fatti cuocere in padella 5 minuti mentre bolliva il minestrone. Sinceramente non sono buoni come polpette e hamburger fatti in casa, ma non sono niente male da mangiare ogni tanto per una pausa pranzo veloce.

Frutta di stagione e uno yogurt di soia ai mirtilli chiudono il tutto!

 

Se hai trovato utile questo articolo condividilo e prova anche tu a fare la tua schischetta fast and veg 😉

 

 

 

 

foto in evidenza

Previous Post Next Post

You Might Also Like