Usi e benefici dell'olio di cocco
LIFESTYLE, MANGIARE VEG

I benefici dell’olio di cocco: come e perché dovete assolutamente provarlo.

Settembre è il mese della remise en forme dopo l’estate, ma è anche il mese in cui arriva l’autunno e abbiamo bisogno di rinforzare il sistema immunitario.

Se da una parte sto tornando a pieno regime di allenamento e lezioni di yoga, dall’altra ho bisogno di introdurre nella mia dieta qualcosa che mi dia energia sin dalla mattina senza però appesantirmi. Così è tornato nella mie ricette con furore l’olio di cocco!

L’olio di cocco è uno di quegli alimenti che non possono mancare nella dispensa di chi segue un’alimentazione vegana o vegetariana, di uno sportivo o chi ha una vita attiva o vuole rimettersi in forma. L’olio di cocco però non è solo un ottimo ingrediente e un alimento dalla tante proprietà benefiche, ma è anche un noto prodotto naturale per la cura del corpo e alleato di bellezza.  

Se state già pensando all’olio di cocco come una fonte di grassi sappiate che è vero: l’olio di cocco è ricco di grassi ma è privo di colesterolo e fra gli oli vegetali è quello con la minor percentuale di acidi grassi insaturi. Anzi, è ricco di sostanza che aiutano a bruciare calorie, ridurre l’appetito e a perdere peso. Vediamo più nel dettaglio come impiegarlo e quali benefici trarne.

I benefici dell’olio di cocco nell’alimentazione

 

Olio di cocco per a una dieta vegana e per chi fa sport

Questo prodotto è diffuso nelle diete vegane in quanto molto versatile per cucinare sia piatti dolci sia salati e contribuisce a far assorbire meglio le vitamine assunte attraverso frutta e verdure. Un impiego molto diffuso per esempio è quello di aggiungerlo nei frullati mattutini. Stesso motivo per chi pratica sport e ha una vita molto attiva: l’olio di cocco spesso è presente anche negli integratori per sportivi perché rappresenta una grande fonte di energia facilmente utilizzabile dal nostro organismo. 

L’olio di cocco è perfetto se vuoi perdere peso in modo equilibrato

Recenti studi hanno correlato il consumo di olio di cocco ad un aumento del metabolismo: i grassi saturi a catena media stimolerebbero il metabolismo a funzionare più velocemente, aiutando quindi a bruciare calorie. Un’altra caratteristica interessante riguarda il senso di sazietà. E’ stato dimostrato che mangiare olio di cocco aiuta a sentirsi sazi e ridurre il senso di fame facilitando così il controllo del peso. Alcune persone durante le diete assumano un cucchiaino di olio di cocco prima dei pasti principali per aumentare il senso di sazietà. Infine, se state pensando di buttare giù i classici rotolini addominali, allora l’olio di cocco è quello che fa per voi! Nel suo ruolo di aiutante del controllo del peso è stata evidenziato un contributo importante per eliminare il grasso in eccesso nella zona addominale. 

L’olio di cocco in cottura

Potete usare l’olio di cocco per cucinare al posto dell’olio di oliva o di semi. Ad esempio si possono cucinare delle ottime verdure saltate nella padella wok con olio di cocco e altre spezie di vostro gradimento. L’olio di cocco ha una struttura tale che si può utilizzare anche ad alte temperature senza che questo si danneggi o diventi cancerogeno.

olio di cocco impieghi e benefici

L’olio di cocco per rinforzare il sistema immunitario, combattere i malanni di stagione e la terribile candida

L’olio di cocco contiene acido laurico che agisce come antivirale, antifungino e antisettico. I suoi componenti contribuiscono ad alleviare l’herpes labiale e lenire il mal di gola assunto con un po’ di limone in acqua calda. In caso di raffreddore e sinusite per liberare il naso chiuso o ridurre i dolori si può miscelare un po’ di olio di cocco con dell’olio essenziale di lavanda e di menta per poi massaggiare i guance e fronte.  Inoltre, l’olio di cocco aiuta a combattere la fastidiosissima candida (testato sulla mia pelle), l’acido laurico infatti aiuta a distruggere dall’interno il lievito responsabile della candidosi. Insomma, viva l’olio di cocco!

 

L’olio di cocco per la cura del corpo e alleato di bellezza

 

L’olio di cocco un cosmetico naturale per la pelle

L’olio di cocco è uno straordinario idratante naturale per la pelle, soprattutto per quelle che tendono a seccarsi facilmente (come la mia). L’olio di cocco è ricco di vitamina E che aiuta a mantenere il naturale equilibrio delle palle e la protegge dalle fonti esterne come il freddo. Una bella idea infatti è quella di utilizzare l’olio di cocco come balsamo per le labbra da portarsi dietro nei mesi invernali per prevenire le screpolature. Oppure mischiato a dell’olio essenziale di lavanda può essere una crema ammorbidente per le mani. Io per esempio ho le mani sempre screpolate d’inverno anche se porto i guanti, quindi questa soluzione naturale è perfetta per mantenerle dolcemente idratante.

Acne? Vi aiuta l’olio di cocco

Sia assunto come alimento sia come prodotto esterno l’olio di cocco è un ottimo alleato nei trattamenti antiacne. Dall’interno aiuta a bilanciare gli ormoni, esternamente si può applicare sui brufoli per gli effetti anti-batterici e per ridurre il gonfiore e l’arrossamento.

Scrub per il corpo e olio per massaggi

Per concedersi un momento di bellezza e di coccole, l’olio di cocco può essere usato come ingrediente per creare uno scrub naturale fatto in casa. Provate a unire olio di cocco e zucchero in parte uguali e aggiungere qualche goccia di olio essenziale, ed ecco uno scrub veloce da utilizzare sotto la doccia. Per un momento di relax più intenso invece potete scaldare l’olio di cocco a bagno maria unirlo sempre a qualche goccia di olio essenziale e poi è pronto per essere utilizzate come un perfetto olio da massaggi. 

Come scegliere l’olio di cocco, dove comprarlo e controindicazioni

È importante che sia per uso alimentare, vergine e puro, cioè che non abbia subito nessun processo industriale di sbiancamento o profumazione. Io di solito lo compro da Naturasì, ma lo trovate in qualsiasi supermercato biologico, nei negozi etnici o online. L’olio di cocco va conservato  fuori dal frigo in un luogo asciutto e buio, come una dispensa o un credenza lontano da fonti di calore.

Sui grassi si è detto tutto e  il contrario di tutto, anche sull’olio di cocco non c’è sempre concordanza di pareri, ma un punto che trova tutti unanimi è il consiglio di evitare i grassi trans. Il consiglio principale rimane quello di non esagerare, si tratta pur sempre di un grasso. Per avere un’idea più precisa, nella nostra dieta non dovremmo assumere più del 10% di grassi saturi.

 

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like