faq yoga
YOGA

Le domande più frequenti di chi vuole iscriversi a un corso di Yoga

Ultimamente tantissime persone mi hanno chiesto informazioni sui corsi di Yoga che seguo. Sarà perché siamo a settembre (e si torna a fare attività fisica) sarà perché mi vedono così entusiasta di questa disciplina e dei benefici che ne traggo, ma questo è stato il mese dello “yoga promotion”. 

Ho deciso allora di fare un post tutto dedicato a queste domande, una sorta di mini FAQ dello yogi curioso. Partiamo:

Domanda numero 1: Dove vai a fare yoga e quante volte a settimana?

Da due anni frequento lo studio Red Yoga a Genova. Un ambiente delizioso con insegnanti preparati che vanno oltre all’insegnamento delle singole posizioni fisiche, ma ti trasmettono la passione e la cultura per questo disciplina.

Di solito vado una volta alla settimana, certe volte due se vado anche al sabato mattina. A casa però pratico almeno un pochino tutti i giorni, talvolta da sola talvolta con il supporto di alcune lezioni video su YouTube come quelli della Scimmia Yoga o Lesly Fightmaster per citarne due. A queste lezioni chiaramente vanno aggiunti i workshop durante l’anno.

Domanda numero 2: A questo punto le persone vanno sul sito dello studio e vedono che ci sono diversi tipi di lezioni. Allora chiedono: ma tu che tipo di yoga fai?

Pratico principalmente il vinyasa yoga, uno yoga dinamico in cui si mettono in sequenza una serie di posizioni creando un flow dove movimento – respiro  e mente lavorano insieme. Per maggiori dettagli avevo fatto un post tempo fa che trovate qui. Ogni tanto pratico anche yin yoga, che consiste in una serie di asana statiche che lavorano sul muscolo e sul respiro in maniera diversa rispetto al vinyasa, portando una sorta di equilibrio. Per maggiori info potete leggere qui. Anche lo yoga nidra è favoloso, ma si coinvolge meno il corpo rispetto ai primi due. In breve si tratta di una tecnica di rilassamento per la mente, un percorso guidato che ti porta in uno stato simile a quello che precede il sonno, un lasso di tempo in cui secondo gli ultimi studi la nostra mente diventa molto ricettiva. Uno dei vantaggi dello yoga nidra è che può offrire benefici simili a quelli della meditazione e può essere eseguito anche da chi non è pratico delle tecniche meditative.

Domanda numero 3: Allora serve un sacco di tempo e molta pratica per trarre benefici dallo Yoga.

Non è vero, o meglio dipende. Se volete sperimentare e studiare in modo approfondito lo yoga la risposta è sì. Ma come lo sarebbe per qualunque altra cosa. Altrimenti praticare una volta a settimana o inserire un paio di saluti al sole alla mattina può darvi già un sacco di benefici al corpo, alla mente e all’umore. Si può anche decidere di affiancare una pratica di yoga a un’altra disciplina sportiva principale, come la corsa, il nuoto o la danza. Ci sono moltissimi sportivi che si avvicinano allo yoga come strumento di supporto fisico o mentale.

Domanda numero 4: Io vorrei dimagrire. Non è che lo yoga è solo rilassamento?

Dipende da che tipo di yoga fai! Nel mio caso il vinyasa è molto dinamico, trattandosi di sequenze continue in cui vengono messi alla prova tutti i muscoli, forza, equilibrio, resistenza, concentrazione, respiro a un ritmo sostenuto di certo non possiamo parlare di rilassamento nel senso che siamo abituati a dargli. Durante l’ora e mezza di pratica, si suda e anche tanto. Non nego che il giorno dopo alcune pratica piuttosto strong abbia dolore da acido lattico. Se vuoi dimagrire lo yoga dinamico ti aiuta a perdere peso in modo equilibrato, potenziando anche il tono muscolare dando però al muscolo una forma dolce e allungata, diversa dunque da quella classica da palestra.

Domanda numero 5: Ma io non sono snodato/a, ho le ginocchia malandate, la cervicale, sono di legno ecc…

Questi non sono motivi per non fare yoga, sono motivi per iniziare a farlo subito! Ognuno di noi è diverso, lo yoga non è una gara a chi è più flessibile, è un percorso che ti aiuta a trovare un benessere generale. Nessuna competizione, neanche con se stessi. Chiaro che se avete delle patologie è meglio chiedere al medico e informare prima l’insegnante.

C’è una fantastica frase che dice:

Dire di non fare yoga perché non si è flessibili è come dire che non ti fai la doccia perché sei troppo sporco.

 

Se avete altre domande, lasciatele nei commenti. Namaste ✌️

 

 

Immagine

Previous Post Next Post

You Might Also Like