pranzo al sacco vegano
LIFESTYLE

Trekking e pranzo al sacco vegan ok!

Con la primavera torna la stagione delle camminate e delle gite in mezzo alla natura. Trovo che camminare e fare trekking sia un modo fantastico per tenersi in forma fisicamente ma anche mentalmente. Dopo una settimana trascorsa in luoghi chiusi – tra casa, ufficio e studio yoga –  trascorrere del tempo all’aria aperta per di più facendo del movimento giova non solo al corpo ma anche alla mente. Si sa che camminare calma il turbinio di pensieri, ossigena tutte le cellule del corpo, tonifica i muscoli e infine rilassa.

Tra le fortune di vivere in Liguria vi è la particolarità del paesaggio: fare trekking in Liguria significa passare dal mare alla montagna e dalla montagna al mare in poco tempo! L’ultima volta sono andata a Punta Manara: un piccolo angolo naturalistico sulle vette di Sestri Levante.

 

punta manara trekking

Trekking e pranzo al sacco vegano pronto per l’uso

Chiaramente il trekking richiede un discreto dispendio di energie e quindi è molto importante sapere che cosa mangiare prima di iniziare una camminata e come organizzarsi per preparare un pranzo al sacco completo, nutriente ma che non appesantisce.  Ecco di solito cosa mangio quando mi preparo per una giornata di trekking.

Colazione Vegan

La prima colazione è importantissima! Deve darmi la giusta energia per partire carica e arrivare alla pausa pranzo senza morire di fatica e di fame. Di solito la mia colazione prevede carboidrati, grassi buoni e sali minerali. Contando che al mattino preferisco mangiare salato, la mia colazione ideale è composta da:

  • Un bicchiere di acqua ed erba di grano
  • Una fetta di pane di segale con mezzo avocado spalmato e semi di lino
  • Una banana o un altro frutto
  • Una tazza di thé verde

L’avocado è un frutto che amo moltissimo: oltre ad essere buono, è versatile in cucina ed è ricco di proprietà nutritive. L’avocado infatti è ricco di grassi buoni o monoinsaturi che sono utili per mantenere in salute il cuore. Oltre ad avere una forza calorica e quindi energetica importante è anche ricco di potassio, tutti elementi ideali se stai affrontando una mattinata in movimento. Combinato con i semi di lino poi fai anche il pieno di omega 3!

Pranzo Vegan ok!

Il pranzo in genere è composto da due piadine ripiene, frutta, acqua e cioccolato extra fondente o frutta secca. Le piadine possono essere sostituite con dei panini, anche se si tratta di fare trekking preferisco le prime. Questa è la ricetta facilissima e velocissima delle mie piadine vegan:

  • Piadine senza strutto
  • Salsa hummus
  • Insalata
  • Pomodori
  • Avocado (Ebbene sì ancora lui)
  • Sale + EVO

La salsa hummus è così fatta:

Frullo nel mixer un barattolo di ceci, il succo di mezzo limone, sale, olio e un cucchiaino di tahina (una crema di semi di sesamo ricca di calcio e vitamine che si trova nei supermecati bio come Natarusì). La tahina è opzionale, di solito viene utilizzata nella ricetta originale della salsa hummus ma si può anche omettere.

Passaggio successivo: la farcitura

Dopo aver scaldato le piadine in una padella antiaderente o per crepes inizio a farcirle: spalmo la salsa hummus, aggiungo l’insalata, i pomodori, l’avocado (avanzato dalla colazione) e condisco con un po’ di sale e un filo d’olio. Arrotolo il tutto e il pranzo è pronto! 

Io di solito ne faccio due perché mangio tanto, ma una sola può bastare se la farcitura è bella ricca. Nello zaino poi non mi faccio mai mancare dell’acqua naturale, una tavoletta di cioccolato fondente e delle frutta in base alla stagione (arance, banane, albicocche, pesche) per reintegrare i sali minerali persi sudando.

Colazione e pranzo totalmente vegan per il trekking sono pronti! 🙂

 

 

 

Immagine in evidenza 

Previous Post Next Post

You Might Also Like